Antipasti
Ora stai leggendo:
Vellutata di fave e pecorino
Vellutata di fave e pecorino
1 1 0

Vellutata di fave e pecorino

by Alfredo Di Domenico18 maggio 2019

Le fave fresche, sono un legume molto nutriente e poco calorico, rispetto a quelle secche. Le fave hanno una buona fonte di ferro e vitamina C, sono ricche di fibra alimentare, favoriscono il buon andamento dell’intestino e aiutano il funzionamento dell’apparato urinario. E’ da evidenziare la presenza anche di Sali minerali come magnesio, ferro, potassio, rame e selenio. Grazie all’elevato contenuto di ferro, sono indicate per contrastare l’anemia. In cucina, vengono consumate sia crude che cotte, utilizzate in svariati piatti, per preparare zuppe, minestroni, vellutate, le vediamo, abbinate a salumi e formaggi, alla preparazione di primi piatti. Una tradizione agroalimentare nazionale, conosciuta fin dal tempo degli antichi romani, vuole che in primavera, dopo le feste di Pasqua, nel piatto degli italiani non possono mancare le fave con il pecorino. Così nella giornata del 1° maggio tantissimi sono ristoranti e agriturismo che offrono ai clienti questo delizioso piatto.

Ingredienti:

300 gr fave fresche
1 cipollotto (indicato quello di Tropea per un gusto più dolce)
Olio e.v.o.
Sale – pepe
2/3 foglioline di menta
Pecorino
Guanciale a dadini

Procedimento:

Togliere le fave dal baccello ed eliminare il picciolo. Sbollentare le fave in acqua bollente per circa 5 minuti, trasferirle in acqua fredda, ed eliminare la buccia. In una padella con un filo di olio, soffriggere il cipollotto tagliato a fettine sottili, quando questo si sarà appassito, aggiungere le fave, un goccio di acqua, sale, pepe, cuocere per circa 5 minuti. Mettere le fave in un boccale, unire menta e un po’ di pecorino grattugiato e frullare con un mixer ad immersione, aggiungere acqua fino ad ottenere una crema soffice e morbida. (Aggiungere acqua in base alla densità che si vuole ottenere) Aggiustare di sale. In un’altra padella antiaderente mettere il guanciale e farlo diventare croccante. In un piatto versare la vellutata di fave, un filo di olio, il guanciale croccante e guarnire con scaglie di pecorino.

Riguardo l'autore
Alfredo Di Domenico