Trending
Indice di Calore
TRENDING
Salerno
I più Recenti
 
Scopri
16 aprile 2015

Chiesa di San Benedetto

La storia della Chiesa di San Benedetto

La Chiesa di San Benedetto rappresenta uno dei più antichi luoghi di culto di Salerno. La Chiesa, in origine, era parte di un omonimo Monastero, fondato tra il VII ed il IX secolo, che era collegato ad un acquedotto ancora visibile.  Distrutto nel 884, durante una scorreria dei saraceni, il Monastero di San Benedetto fu ricostruito.

Nel 930 divenne Abbazia e per questo uno tra i più importanti centri religiosi dell’Italia del Sud. Nel 1807 le leggi napoleoniche trasformarono il luogo di culto in teatro, fino al 1845 quando ritornò in possesso della Chiesa e divenne la parrocchia del “Santissimo Crocifisso”, in ricordo della [...]

25
 
Scopri
16 aprile 2015

Cattedrale di Salerno

Conosciamo la Cattedrale di Salerno

La Cattedrale di San Matteo, fondata da Roberto il Guiscardo e consacrata da Papa Gregorio VII fu dedicata a Santa Maria degli Angeli ed all’Apostolo Matteo. Essa fu Costruita su una chiesa paleocristiana, sorta a sua volta sulle rovine di un tempio romano, iniziati i lavori, i progetti vennero successivamente ampliati con il ritrovamento delle spoglie del santo evangelista e subì, nei secoli, vari rifacimenti, si ricorda soprattutto quello del ‘600 ad opera di architetti napoletani.

Il duomo è preceduto da un ampio atrio circondato da un portico retto da 28 colonne di spoglio con archi a tutto sesto, arricchito sui lati da una serie [...]

26
 
Scopri
16 aprile 2015

Castello Arechi

Conosciamo il Castello Arechi

Il Castello Arechi, situato sul monte Bonadies fu realizzato nell’VII secolo dal longobardo Arechi II, il quale trasferì la capitale del ducato da Benevento a Salerno, ed ancor oggi domina la città e veglia su di essa.

Il Castello fu realizzato sopraelevando e modificando le antiche mura e costruendo, su fortificazioni preesistenti, del periodo romano e bizantino. In realtà, Arechi II considerò la posizione strategica della città che, dominante sul Tirreno, poteva rappresentare per il regno un significativo sbocco via mare, sia per i commerci che per una miglior difesa.

La fortezza non fu, mai espugnata con la forza, ma Gisulfo II, ultimo [...]

23