Ricette
Ora stai leggendo:
Purpetielli affugati (polipetti affogati)
purpetiello affugato
14 14 0

Purpetielli affugati (polipetti affogati)

by Alfredo Di Domenico8 ottobre 2016

Le origini di questo piatto ci portano a Napoli, un gruppo di pescatori crearono questo piatto che è entrato poi nella storia della cucina campana: i purpetielli affugati. Un piatto semplice ma gustoso e succulento. Si dicono affogati, perché i polipetti vengono lasciati affogare nel sugo di pomodoro. Nel napoletano con il sugo dei polipetti si usa condire anche la pasta, una vera bontà.
Questo mollusco cefalopode è molto diffuso in tutti i mari, vi sono varie specie, per questo piatto si possono usare sia l’octopus macropus che l’eledone moschata comunemente chiamato moscardino. Il polipo è ricco di grassi omega 3, è un alimento poco calorico, molto usato nelle diete, 100 gr. di questo cefalopode apporta solo 57Kcal, contiene inoltre potassio, ferro, calcio e fosforo.
In genere per questo piatto si usano più spesso i moscardini, io ho usato dei polipetti da 150 gr. cadauno che ho trovato freschissimi.

Ingredienti:
600 gr. polipetti
500 gr. pomodori pelati
1 peperoncino
1 spicchio di aglio
½ bicchiere di vino bianco
prezzemolo
sale
pepe nero

Procedimento:
Pulire i polipetti sotto acqua corrente, si consiglia per praticità farli già pulire in pescheria. In una pentola capiente mettete dell’olio, uno spicchio di aglio e un peperoncino tagliato. Appena questi soffriggono aggiungiamo i nostri polipetti che scaldiamo per qualche minuto a fuoco alto, girandoli di tanto in tanto e poi li facciamo sfumare con il vino bianco. Ora aggiungete i pomodori pelati a pezzettini, qualche rametto di prezzemolo, sale e pepe. Copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere a fuoco basso per circa 30/40 minuti a seconda la dimensione dei polipetti. Per verificare la cottura facciamo la prova con una forchetta, se sono teneri sono pronti.
Se volete ottenere una salsa più densa togliete il coperchio dieci minuti prima, in modo che la salsa si asciughi. Naturalmente di ogni ricetta vi sono varie versioni, volendo potete arricchirla aggiungendo capperi e olive gaeta.

Riguardo l'autore
Alfredo Di Domenico