Dolci
Ora stai leggendo:
“ Maria Giovanna” il Dolce del Cilento
1
15 15 0

“ Maria Giovanna” il Dolce del Cilento

by Alfredo Di Domenico13 settembre 2016

Questa ricetta nasce dal connubio di due eccellenti prodotti del territorio del Cilento, il fico bianco del Cilento DOP fresco e la ricotta di bufala campana.

Il fico bianco del Cilento è molto digeribile ed è più piccolo di quello rosso. La sua buccia non cambia colore durante la maturazione, l’interno è marroncino tendente al bianco, ricco di fibre e zuccheri.

La ricotta di Bufala Campana DOP è un prodotto a basso contenuto di grassi. Si ottiene dalla lavorazione della mozzarella di bufala che le conferisce particolari caratteristiche strutturali di cremosità e morbidezza, di colore bianco porcellana e spiccate proprietà sensoriali come frequenza delicata di latte e dolcezza.

 

Ingredienti:

 

Per la pasta frolla:

500 gr. farina

200 gr. burro

150 gr zucchero

3 uova (2 interi e 1 tuorlo

Scorza di limone

Sale

½ bustina di lievito per torte

 

Per il ripieno:

500 gr. Ricotta di bufala

200 gr. Amaretti

125 gr. Zucchero a velo

1 bustina di vanillina

15-16 fichi bianchi del Cilento caramellati

 

Per caramellare i fichi: 6 fichi li tagliamo a metà gli altri gli tagliamo a pezzetti piccoli. Mettiamo una padella sul fuoco con circa 120 gr di zucchero e 80 ml. di acqua, come lo zucchero si scioglie aggiungere i fichi fino a quando non saranno caramellati, ossia quando questi prendono un colore marroncino chiaro e poi facciamoli raffreddare.

 

Procedimento:

Su una spianatoia impastiamo tutti gli ingredienti per preparare la pasta frolla, il panetto ottenuto lo ricopriamo con la pellicola trasparente e lo mettiamo in frigo a riposare per circa 15- 20 minuti.

Iniziamo a preparare la teglia imburrandola ed infarinandola, la mettiamo da parte. Poi in una ciotola spezzettiamo gli amaretti a mano, tenendo da parte una decina per guarnire. In una ciotola capiente, setacciamo la ricotta, aggiungiamo lo zucchero a velo e la bustina di vanillina, mescoliamo bene ed inseriamo gli amaretti e poi i fichi caramellati, mettendo da parte quelli tagliati a metà che ci serviranno per guarnire il dolce.

Prendiamo la pasta frolla, un pezzo lo mettiamo da parte per ricoprire il dolce l’altro lo stendiamo bene ed andiamo a coprire la teglia, lasciando circa 4 cm di bordo. Inforniamo per circa 5 minuti la pasta frolla con il forno ben caldo a 200°, poi la tiriamo fuori e riempiamo la teglia con l’impasto di ricotta. Con la frolla rimasta, facciamo dei piccoli pezzetti e ricopriamo tutta la superficie del dolce.

Ora mettiamo la nostra Maria Giovanna in forno a mezza altezza pre-riscaldato a 200° per circa 25-30 minuti o fino a quando la frolla sarà dorata.

Lasciamo raffreddare il nostro dolce del Cilento poi spolveriamo la superficie con zucchero a velo e guarniamo con i fichi caramellati interi e gli amaretti che abbiamo conservato.

 

Note: la stagione dei fichi va da luglio ad agosto, pertanto per poter produrre questo dolce anche durante l’anno caramelliamo i fichi e dopo li conserviamo in vasetti. (si raccomanda la tecnica di conservazione è quella per le marmellate, ossia sterilizzare i vasetti per la conservazione, in una padella mettiamo i fichi tagliati con tutta la buccia, che precedentemente abbiamo lavato e fatti asciugare, lo zucchero e l’acqua e senza mescolale li facciamo caramellare a fuoco medio. Riempiamo i vasetti e li sistemiamo in dispensa capovolti.

(le dosi sono : per 1 Kg. di fichi occorrono 250 gr. di zucchero e 300 ml. acqua)

Riguardo l'autore
Alfredo Di Domenico