Primi Piatti
Ora stai leggendo:
Lagane e ceci
lagane e ceci
3 3 0

Lagane e ceci

by Alfredo Di Domenico28 settembre 2016

Grazie all’alto contenuto proteico e alle proprietà energetiche sono sempre stati utilizzati nell’alimentazione dalle popolazioni che li conoscevano; attualmente sono i legumi più diffusi dopo soia e fagioli e i paesi che ne producono la maggiore quantità sono India, Australia e Pakistan. I ceci fanno parte della cucina tradizionale di molti paesi, in primis quelli dell’area mediterranea; in Italia vengono coltivati soprattutto in Liguria, Toscana, Lazio, Umbria, per quanto siano consumati ovunque. Nel nostro paese questo legume è molto conosciuto e amato, non solo nelle regioni meridionali, ma anche in quelle settentrionali come la Liguria: basti pensare alla celebre farinata.

I ceci hanno la proprietà di abbassare i livelli di LDL o colesterolo cattivo nel sangue e di conseguenza il ruolo protettivo che i ceci svolgono nei confronti del cuore. Le motivazioni di questi effetti benefici dei ceci sono da ricondursi alla buona presenza in questi legumi di magnesio e di folato

 

Ingredienti:

Per le lagane

400 gr. di semola di grano duro rimacinata

210 dl circa di acqua

Per il condimento

200 gr. di ceci

1 spicchio di aglio

1 peperoncino

Olio evo

Prezzemolo

sale

 

Procedimento:

 

Il primo passaggio è quello di mettere i ceci in ammollo la sera prima. Perché i ceci secchi richiedono un tempo di preparazione abbastanza lungo che va dalle 12 alle 18 ore per quanto riguarda il periodo di ammollo precottura. Per quest’ultima invece è preferibile un tegame di terracotta in cui i ceci dovranno cuocere per tre ore a fuoco basso. La cottura deve iniziare in acqua fredda portata ad ebollizione a fuoco lento e con coperchio. È importante che siano ben cotti per non avere problemi a livello digestivo, ricordiamo inoltre che i ceci dopo l’ammollo e la cottura raddoppiano praticamente di volume.

Prepariamo le lagane, impastiamo la semola con l’acqua fino ad avere un panetto omogeneo, che lasciamo riposare per almeno 30 minuti. Stendere l’impasto, piegarlo su se stesso, ossia due giri da sotto e due gira da sopra e poi unirli, come si fa per le tagliatelle. Poi tagliare la pasta della larghezze di due dita circa

Nel frattempo che la pasta cuoce, prendiamo 4 cucchiai di ceci, un po’ di prezzemolo, olio e sale e le frulliamo, fino ad ottenere una crema. In una padella per pasta mettiamo olio aglio tritato, peperoncino e i ceci rimasti. Scoliamo la pasta, mettiamola in padella, aggiungiamo la crema di ceci e mantechiamo bene. Il piatto è pronto.

Riguardo l'autore
Alfredo Di Domenico