Primi Piatti
Ora stai leggendo:
COSTA D’AMALFI
Costa d'Amalfi
0

COSTA D’AMALFI

by Alfredo Di Domenico14 giugno 2018

L’estate ormai è iniziata, siamo sempre alla ricerca di piatti dai sapori estivi, leggeri, veloci da preparare, piatti ideali per chi dopo una giornata in spiaggia ha spiluccato solo della frutta o qualche tartina con l’aperitivo. La sera con il fresco e con la fame che si fa sentire nasce il desiderio di un bel piatto di pasta da preparare in pochi minuti. Ho la fortuna di vivere in Campania, terra ricca di prodotti di qualità, con uno dei suoi prodotti migliori che diamo vita a questo piatto. Il limone sfusato amalfitano IGP.
Il limone Costa d’Amalfi ha un profumo intenso, una buccia ricca di olio essenziale, una polpa succosa con pochi semi. Lo Sfusato Amalfitano, così chiamato per la sua forma affusolata, la cui polpa è ricca di vitamina C. Le eccezionali proprietà organolettiche e nutritive sono da attribuire alla particolare tecnica di coltura, come la sistemazione a pergolato e la copertura invernale con le reti, che danno un tocco particolare al paesaggio della Costiera, la cui fisionomia è caratterizzata da terrazzamenti sostenuti da muri a secco creati dall’uomo per allargare la produzione anche nei pendii.
I limoni come sappiamo sono una preziosa fonte di vitamina C, vitamina che il nostro organismo ha la necessità di assumere quotidianamente. Il limone ha un forte effetto antiossidante e pertanto è uno degli alimenti anticolesterolo per eccellenza. Le sue sostanze come la limosina e il limonene, sono importanti per limitare i danni cellulari, l’acido citrico e citrati, questi sali, contenuti nel limone, sono dei naturali regolatori di acidità.

Ingredienti:
400 gr. di pasta (preferibilmente pasta lunga)
100 gr. mandorle
½ spicchio di aglio
100 ml di olio e.v.o.
3 limoni IGP Costa di Amalfi (buccia grattugiata)
100 gr. Parmigiano reggiano
Sale
pepe

Procedimento:

Mentre la pasta è in cottura, in un mixer mettiamo le mandorle sbucciate e pelate, mezzo spicchio di aglio, olio evo, parmigiano, pepe e un po’ di acqua di cottura, frulliamo il tutto fino ad ottenere un pesto cremoso, se necessita aggiungere dell’altra acqua. Mantecare la pasta con il pesto ottenuto, grattugiare sopra la buccia dei limoni e impiattare.

Riguardo l'autore
Alfredo Di Domenico