Ricette
Ora stai leggendo:
BOCCONCINI DI POLLO CON I PISTACCHI
Bocconcini di pollo al pistacchio
21 1 0

BOCCONCINI DI POLLO CON I PISTACCHI

by Alfredo Di Domenico3 giugno 2017

Il pistacchio è uno degli alimenti fondamentali della cucina Siciliana, sia dolce che salata. I principali paesi produttori di pistacchi sono l’Iran, la California e la Turchia; in Italia viene coltivato con successo in Sicilia dove troviamo i rinomati pistacchi di Bronte, cittadina in provincia di Catania, dove hanno acquisito il marchio D.O.P. Suono buonissimi, ma attenti a non esagerare con il loro consumo, in quanto come tutta la frutta a semi, anche i pistacchi sono abbastanza calorici, i quanto è un alimento ad alto contenuto lipidico. 100 gr. di pistacchi contengono 557 Kcal. I pistacchi sono ricchi di ferro, calcio, potassio, zinco e fosforo. In complesso hanno molteplici proprietà benefiche, sia per il funzionamento del sistema nervoso centrale, sia per la pelle e i capelli, sia per le ossa e denti. Inoltre essendo un alimento a basso indice glicemico sono particolarmente indicati per coloro che sono affetti di diabete di tipo II. La presenza nei pistacchi di sostanze con proprietà antiossidanti, dei fitosteroli e degli acidi grassi insaturi porta benefici al cuore rendendo questo frutto un alimento idoneo per la sua salute.

Ingredienti:

4 cosce di pollo disossate
1 cipolla
1 spicchio di aglio
Farina q.b.
4 cucchiai di pistacchi
½ bicchiere di vino bianco
4 cucchiai di latte
Olio evo
Sale e pepe

Procedimento:

Mettere a rosolare l’aglio e l’olio in una padella, aggiungere la cipolla tagliata a fettine sottili. Tagliare le cosce di pollo disossate in tanti bocconcini, infarinarli e mettere a cuocere in padella con la cipolla. Aggiungere sale e pepe, verso metà cottura aggiungere il vino bianco e fare sfumare, quando questi sarà evaporato distribuire la metà della granella di pistacchio sul pollo. A fine cottura aggiungere il latte e lasciare rapprendere mescolando. Impiattare e cospargere ogni piatto con la granella di pistacchio rimasta.

Riguardo l'autore
Alfredo Di Domenico